La commovente richiesta di un ragazzo disabile: 7 euro per passare un’ora insieme

Richiesta di un ragazzo disabile
Storie di vita

La richiesta di un ragazzo disabile disposto a pagare per avere amici ha commosso molti.

Una storia accaduta a Reggio Emilia. Un annuncio pubblicato su Facebook da un ragazzo 20enne. Lui è Cristian Viscione ed è affetto da Sma, una brutta malattia. Si tratta di una atrofia muscolare spinale che costringe il giovane a letto. Ma Cristian come tutti i suoi coetanei desidera solamente avere alcuni amici con cui passare del tempo. Persone con cui condividere interessi, passioni.

E’ stato colpito dalla Sma all’età di 8 anni. Da allora è costretto in un letto. Ma mentalmente il giovane si è sempre mantenuto attivo. Si esprime scrivendo, tramite un joystick. Il suo annuncio è una richiesta di compagnia, ma anche una provocazione.

“Cerco ragazzi della mia età che mi facciano compagnia. Sono disposto a pagare 7 euro all’ora”.

La commovente richiesta di un ragazzo disabile: 7 euro per passare un’ora insieme.

Fortunatamente la risposta del web non si è fatta attendere. Il post è diventato virale, e i contatti sono stati tantissimi. Oltre ogni immaginazione, anche dello stesso Cristian. A testimonianza che la nuova generazione, che tanto spesso viene criticata, ha molto di buono da dare.

1500 richieste di amicizia e 3000 messaggi. Tutto in meno di 48 ore. Tutti ragazzi da ogni angolo del bel Paese disposti a passare del tempo con Cristian. E tutti, rigorosamente, non pretendevano soldi. Anzi. Solo per il piacere di fare compagnia ad un ragazzo brillante che merita degli amici con cui condividere il suo tempo. Come qualsiasi altro coetaneo.

“Immaginavo che si sarebbe smosso qualcosa, ma non così. Tra poco mi tocca assumere una segretaria per stare dietro a tutti i messaggi… Ci tengo però a ringraziare tutti quanti”.

Questo il commento di Cristian stupito dalla enorme reazione al suo annuncio.

La mamma intanto ha fatto sapere che per chiunque vorrà andarlo a trovare, la loro porta è sempre aperta.

Condividi
LEGGI ANCHE  “Mamma voglio morire” lo straziante grido di aiuto di un bambino bullizzato perché affetto da nanismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *