Belle e inaffidabili: sul lavoro la “femme fatale” è considerata meno affidabile

Donne belle
Curiosità

Ebbene si. Ancora oggi essere donne belle in certi contesti non è affatto un vantaggio.

E’ quanto ha rivelato una ricerca condotta dalla Washington State University.

Le donne più belle sono considerate meno affidabili sul posto di lavoro.

Secondo lo studio i colleghi, sia uomini che donne, mostrano un certo pregiudizio nei confronti delle donne in carriera più attraenti.

Nonostante le innumerevoli lotte femministe, la percezione negli anni non è cambiata. Anzi, al contrario è ancora piuttosto diffusa.

L’ effetto “femme fatale” è il fenomeno secondo il quale le donne più belle sono meno meritevoli e il loro licenziamento è maggiormente giustificato.

Ma anche in Italia il pensiero è lo stesso?

Lo abbiamo domandato alla grande manager esperta di marketing strategico Stefania Boleso.

Stefania spiega come tutto nasce da uno stereotipo. Ci fa credere che la bellezza per una donna sia una delle chiavi per fare carriera.

Sebbene questo possa accadere, generalizzare fa diventare questo pensiero un luogo comune.

Infatti tale pregiudizio si potrebbe ribaltare citando le innumerevoli storie di donne che hanno raggiunto il vertice con grande merito e professionalità.

C’è bisogno di abituare la gente a ragionare in maniera diversa. Con il supporto delle statistiche è possibile dimostrare come le donne spesso ottengono i risultati migliori.

LEGGI ANCHE  Drusilla Foer: chi è la co-conduttrice di Amadeus al Festival

Leah Sheppard della Washington State University e Stefanie Johnson della University of Colorado hanno condotto delle ricerche che confermano lo stesso risultato.
Le manager più sexy sono considerate “a pelle” dai loro colleghi meno affidabili.

Dunque, l’effetto “femme fatale” esiste ancora e colpisce colleghi di ambo i sessi.

Esulando dal loro operato in concreto le donne di bell’aspetto risultano meno sincere. E non meritevoli della posizione lavorativa che occupano.

I test che le due studiose hanno condotto su dei volontari consistevano nel mostrare loro foto di avvenenti donne professioniste. Foto con associate una serie di notizie false.

A tutti i soggetti esaminati, poi, veniva chiesto un loro parere su ciò che vedevano e leggevano e il risultato è stato sbalorditivo.

Indipendentemente dalle situazioni, le donne in carriera più affascinanti risultano meno sincere. Meno affidabili e meno capaci.

Ma non solo: le donne più attraenti sono viste anche come una minaccia o una rivale contro cui competere dalle colleghe.

I colleghi uomini invece in un primo momento ne sono attratti, successivamente le temono.

Tutti, infine, reputano disdicevole utilizzare il proprio aspetto fisico per ottenere dei vantaggi sul lavoro.

Il nostro consiglio a tutte le belle donne in carriera è dunque cercare di essere più dirette e sincere possibili.

LEGGI ANCHE  Cagnolino nasce con la coda sul muso suscitando tenerezza e simpatia in tutto il mondo

Considerando ciò che purtroppo è emerso, sarà molto più difficile per voi conquistarsi la fiducia dei colleghi a causa dei pregiudizi.

Sapevi che abbiamo aperto un canale Telegram, dove potrai leggere in anteprima tutte le nostre notizie? Resta connesso per non perdertele: CLICCA QUI per accedere.

134 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.