Chakra, punti energetici o forze vitali? Ecco cosa sono realmente

Chakra
Emozioni

Cosa sappiamo esattamente del Chakra, parola a molti di noi sconosciuta.

Dall’oscurità nasce la luce, e quest’ultima permette a noi umani di vedere specifici colori.

I chakra sono irradiazioni di colore che hanno la forma di una spirale, antico simbolo da sempre presente in iscrizioni anche molto antiche e che simboleggia movimento e ciclicità.

Queste spirali di energia sono differenti tra loro e vengono considerati come indicatori collegati al movimento e alla mutevolezza alla quale per natura siamo tutte e tutti sottoposti. Sono anche collegati secondo la visione induista, a specifiche malattie che possono colpire il nostro corpo.

I vortici energetici o punti energetici si affermano con l’avvento della religione induista. Oggi li consideriamo importanti al di là della religione alla quale sono comunque ispirati e dalla quale hanno tratto ispirazione.

I chakra principali sono sette:

1. il chakra della base: giallo
2. il chakra collocato nella zona pelvica: arancione
3. il chakra dell’ombelico: rosso
4. del cuore: viola
5. della gola: indaco
6. quello del terzo occhio: blu
7. infine quello della corona: verde

Il numero sette richiama i sette livelli dell’essere umano. Ma prima le spiritualità femminili avevano a richiamare lo stesso numero, nella discesa verso se stesse e quindi per il viaggio spirituale. La storia insegna che ci si ispira sempre a ciò che c’era prima e lo si ridefinisce.

LEGGI ANCHE  Coronavirus, la distanza sociale: una videochiamata non potrà mai sostituire un abbraccio

I chakra possiamo chiamarli punti di energia?

I chakra sono punti di energia, queste due parole potremmo considerarle sinonimi della parola stessa, ma il termine “punti” non li definisce appieno però.
Queste spirali contraddistinte da colori specifici, possono essere chiuse o aperte a seconda di come siano stati allenati. E se sono aperti possono anche dover essere regolati per restare in equilibrio.

Una volta raggiunto l’equilibrio e avendoli aperti nel cammino spirituale che si percorre, i chakra non rappresentano dei punti ma un infinito potenziale che si può espandere.

Chiamiamoli quindi con il loro nome originale, oppure come: centri energetici del corpo.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.