Sindrome della Capanna: sempre più persone hanno paura di uscire dalla quarantena

Sindrome della Capanna
Emozioni

Forse non avete mai sentito parlare di Sindrome della Capanna fino ad ora. Tuttavia esiste davvero ed è sempre più comune. Di cosa si tratta? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Molte persone, forse la maggioranza, ha vissuto questo periodo di emergenza come una vera e propria reclusione. Una costrizione forzata a restare chiusi nella propria abitazione. E sicuramente per molti sembrerà strano sapere che non tutti hanno vissuto questo disagio. Anzi.

Esiste infatti chi ha sviluppato una paura ad uscire dal famoso lockdown. Insomma, chi in quarantena non ci sta poi così tanto male.

Una dovuta premessa: se anche tu rientri tra questi non ti preoccupare. Non hai niente di anormale, e sei in buona compagnia.

Infatti sono sempre maggiori i casi di chi ha trovato la propria dimensione durante la quarantena. Al punto di soffrire di un grosso disagio al pensiero di tornare alla vita normale.

LEGGI ANCHE  Ho amato una persona che non provava nulla per me. Ecco cosa mi ha insegnato

Sindrome della Capanna: sempre più persone hanno paura di uscire dalla quarantena.

Esiste un nome per questa condizione, Sindrome della Capanna. Ne soffre chi ha fatto di necessità virtù, sapendo prendere il buono dall’emergenza vissuta.

Se da un lato infatti, molte persone attendono con bramosia il ritorno alla vita normale, altre ne sono quasi spaventate. La fase 2 in corso ha già permesso di riprendere alcune abitudini perse. Col passare delle settimane, sempre minori saranno le restrizioni. Se tutto andrà nel modo migliore e non ci sarà una nuova impennata di casi, le nostre giornate assomiglieranno sempre più a quelle precedenti al coronavirus.

Ma esiste chi in questo periodo ha trovato un grosso conforto. Ha saputo riscoprire valori e virtù. Il passare del tempo con le persone care, ritrovare del tempo per se stessi e per le proprie passioni lasciate nel dimenticatoio. Aver più tempo per riflettere sulle cose davvero importanti della vita. A tal punto da non voler più uscire dalla propria casa, dalla “capanna”. Da un posto sicuro e intimo, dove sentirsi protetti. Protetti dalle insidie del Mondo esterno, dalla frenesia della vita, dai ritmi incessanti della quotidianità.

LEGGI ANCHE  Papa Francesco prega per noi: "Ho chiesto a Dio di fermare l'epidemia"

Se ti ritrovi in questa descrizione, non temere. Vedrai che col tempo, passerà la paura e riscoprirai le voglia di vivere il Mondo e la sua bellezza. Magari con un bagaglio di esperienza in più. Che non faccia dimenticare gli insegnamenti che questo severo maestro, il covid-19, ha impartito all’umanità.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *