Nuovo DPCM, dal 16 Gennaio si prospetta la “linea dura”: nel mirino Bar e asporto

nel mirino Bar
News

In arrivo un nuovo Dpcm, nel mirino Bar e non solo. Manca ancora l’ufficialità, ma con ogni probabilità nel nuovo decreto si opterà per una linea dura. I moviti sono facilmente intuibili. Preoccupano ancora i numeri. Cosa ci aspetta nei giorni successivi? Vediamolo insieme.

Il nuovo Dpcm dovrebbe entrare il vigore dal 16 Gennaio. Questo ultimo decreto dovrebbe essere approvato nella giornata del 13 Gennaio. Il Governo vuole correre ai ripari. Preoccupano le immagini che sono circolate nei giorni scorsi. Assembramenti di giovani, e non solo, a Lucca, Milano e in altre città della penisola. Comprensibile la voglia di tornare alla normalità di cittadini messi a dura prova dal Marzo dell’anno scorso. Tuttavia è fondamentale non abbassare la guardia, perché il coronavirus è tutt’altro che un ricordo.

A Palazzo Chigi destano preoccupazione non solo le immagini degli assembramenti. Anche i numeri danno una chiara indicazione di come sia necessario limitare i contagi. Il tasso di positività è sopra il 13% e i nuovi casi sfiorano le 20mila unità giornaliere. Per questo verrà scelta la linea dura, soprattutto nei confronti della movida.

LEGGI ANCHE  Chiusura delle scuole, Azzolina attacca l'ordinanza: presa una decisione gravissima

Nuovo DPCM, dal 16 Gennaio si prospetta la “linea dura”: nel mirino Bar e asporto.

Come riporta il Corriere della Sera, ancora manca l’ufficialità. Ma sicuramente le principali decisioni del nuovo decreto saranno le seguenti.

I bar chiuderanno dopo le ore 18.00. Anche l’asporto sarà vietato dopo tale orario. L’auspicio è evitare che si verifichino assembramenti davanti ai locale, almeno dopo l’orario di chiusura.

Probabile proroga per lo stop degli spostamenti tra Regioni. Anche tra regioni gialle. Confermato il coprifuoco dalle ore 22 alle 5 del mattino. Sempre valida la raccomandazione di non ospitare nelle abitazioni più di 2 persone non conviventi.

Confermato anche il sistema delle regioni a colori. Alle già note fasce, si aggiungerà quella bianca. Quest’ultima rappresenterà la prospettiva di uscita dalla pandemia. Le uniche restrizioni in fascia bianca saranno il distanziamento sociale e l’uso della mascherina. Tuttavia al momento nessuna Regione è vicina ai valori necessari per accedervi.

LEGGI ANCHE  Alex Zanardi, parlano i medici: cruciali le prossime ore

Sapevi che abbiamo aperto un canale Telegram, dove potrai leggere in anteprima tutte le nostre notizie? Resta connesso per non perdertele: CLICCA QUI per accedere.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *