Mutti: aumenta gli stipendi ai dipendenti e dona 500mila euro all’Ospedale di Parma

Aumenta gli stipendi
News

Mutti dimostra grande umanità e aumenta gli stipendi ai dimententi.

Ma non solo. Francesco Mutti, patron dell’omonoma azienda di conserve alimentari, ha deciso di reagire alla crisi a modo suo.

Infatti l’industriale italiano ha ritenuto insufficienti gli aiuti stanziati dal governo per l’emergenza fino qui.

“600 euro sono pochi, perché le risorse sono scarse” ha infatti affermato a tal proposito.

Il suo pensiero è che in un momento in cui l’economia si è fermata è opportuno attuare un piano per rilanciarla. E’ per questo che ha deciso di aumentare del 25% lo stipendio ai suo dipendenti.

Quindi un aiuto, un gesto per sostenere l’economia, ma non solo.

Il suo è anche un premio. Un doveroso e sacrosanto riconoscimento per dei lavoratori che non possono adottare l’ormai famigerato smart working. Operai che sono costretti ad andare in fabbrica perché la catena alimentare non si fermi.

LEGGI ANCHE  Covid, Dpcm di Natale: come potrebbero allentare le restrizioni

Mutti: aumenta gli stipendi ai dipendenti e dona 500mila euro all’Ospedale di Parma.

“Se oggi tutto il sistema di produzione alimentare e di vendita tiene, e si riesce a garantire i prodotti nei supermercati, è grazie a un lavoro silente degli operai che svolgono costantemente il loro compito. In questo momento la responsabilità individuale, oltre a quella istituzionale, è fondamentale”. Così ha parlato l’industriale a Radio Capital.

Ma le azioni del patron Mutti non si fermano qui.

Ai suoi dipendenti ha anche attivato una copertura assicurativa extra relativa proprio al coronavirus.

Inoltre il gruppo Mutti è sceso in campo massivamente per sostenere la sanità in questo momento di emergenza. Ha infatti donato la somma di 500mila euro all’azienda ospedaliero-universitaria di Parma.

LEGGI ANCHE  Covid-19, parola agli esperti: "il coronavirus ha perso forza"

Un gesto di grande umanità e di fondamentale importanza. Gli Ospedali di tutta Italia sanno affrontando un momento di emergenza. La difficoltà a reperire personale e dispositivi diventa ogni giorno maggiore.

Complimenti quindi al gruppo Mutti. Speriamo che molte altre aziende italiane prendano esempio da gesta del genere.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *