Lerici, 2.400 euro alle famiglie che vorranno trasferirsi nel paesino ligure

lerici
Curiosità

Avete mai sentito parlare del comune di Lerici? Si tratta di un comune italiano piuttosto piccolo il quale conta circa 10.000 abitanti. Si trova nella provincia della Spezia in Liguria ed è il quarto comune della provincia per numero di abitanti.

Per tanti anni questo comune ha ospitato Lord Byron, Mary Shelley e Percy bysshe Shelley e pare sia anche uno dei borghi marinari più famosi della Liguria e del nord Italia in generale. Per questo motivo Infatti è meta di tanti turisti, provenienti da ogni luogo in tutto l’anno.

Sono sempre di più infatti anche i turisti che decidono di acquistare delle abitazioni estive in questo piccolo comune. Purtroppo però, nonostante si tratti di un luogo molto bello e soprattutto rinomato, sembra che negli ultimi anni la popolazione abbia deciso di abbandonare questo comune, per spostarsi in grossi centri urbani. Sicuramente complice di questo fenomeno è la tendenza moderna a spostarsi dalle piccole località a grossi centri urbani.

Questo purtroppo non fa altro che causare lo spopolamento di tutti quei paesini che un tempo costituivano un bacino centrale della principale città. In realtà più che una tendenza moderna, si tratta di motivazioni economiche e sociali. Queste motivazioni spingono la popolazione a trasferirsi in grossi centri urbani che sicuramente offre varie possibilità lavorative e soprattutto la possibilità di impiegare il proprio tempo in vario modo.

LEGGI ANCHE  Cagnolino nasce con la coda sul muso suscitando tenerezza e simpatia in tutto il mondo

In questa situazione, dunque, la vita del paesino diventa piuttosto statica per via soprattutto delle nuove generazioni che decidono di abbandonarlo in cerca di fortuna altrove.

E questo è il caso proprio di Lerici, il paesino che come abbiamo detto si trova in provincia di La Spezia.

Negli ultimi anni purtroppo questo paesino ha visto ridursi la sua popolazione è di circa un terzo. Una situazione davvero drammatica che ha spinto addirittura l’amministrazione comunale ad intervenire pubblicando un bando davvero singolare.

Il bando è più che altro rivolto a tutte quelle famiglie che vorranno trasferirsi nel paesino Ligure di Lerici.

Curiosi di conoscere il contenuto del bando?

Sembra proprio che il comune offra ben €2400 all’anno per 5 anni a 20 famiglie che siano disposte a trasferirsi nel paesino di Larici. Potranno partecipare a questo bando, coppie giovani Ma anche coppie con figli in età scolare e coppie con figli che lavorano nel territorio. Sembra proprio che questa iniziativa promossa dall’amministrazione comunale sia stata accolta con entusiasmo.

Sono state già presentate nel giro di pochi giorni ben 11 domande. Al riguardo va detto che, il termine di presentazione della domanda è fissato a fine mese. “Sono soddisfatto del numero di domande già presentate. Questa è per noi è prova che l’attuazione di politiche dirette alla residenzialità possono dare risposte concrete“. E’ questo quanto dichiarato dal sindaco Leonardo Poletti.

LEGGI ANCHE  Trasforma il suo aspetto per somigliare allo zombie di Angelina Jolie: per questo finisce in carcere

Intervenuto anche il consigliere delegato alle politiche per la famiglia e residenzialità Massimo Mauro, il quale anche lui ha espresso la sua soddisfazione per questa interessante iniziativa e per come questa sia stata accolta. “Un altro passo importante per affrontare la questione residenzialità: il nostro Comune ha visto nascere solo 41 bambini nel 2016. L’obiettivo è invertire il drammatico trend che rischia di spopolare il territorio”. E’ questo quanto aggiunto dall’uomo.

In realtà sembra non si tratti di una iniziativa del tutto nuova, perché anche altri paesini avevano In passato fatto già la stessa cosa. È il caso del comune di candela in Puglia e quelle di Bormida, un altro paesino Ligure che rischiano Purtroppo anch’essi  lo spopolamento. Anche in questi casi l’amministrazione comunale aveva cercato di risollevare le sorti del paese e pare che in parte ci siano anche riusciti.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.