Le donne in quarantena: il divertente appello lanciato dalla comica Monica Lima

Le donne in quarantena
Emozioni

Le donne in quarantena stanno vivendo un periodo difficile. E’ il divertente appello lanciato sui social dalla comica napoletana del duo Arteteca.

Gli italiani riescono sempre a far sorridere anche nel dramma coronavirus che ha paralizzato il nostro Paese. Anche all’interno delle quattro mura domestiche i nostri comici non hanno mai smesso di sdrammatizzare pur di strapparci un sorriso.
E’ quanto è riuscita a fare anche la comica napoletana Monica Lima attraverso il suo appello rivolto a tutte le donne. Ma allo stesso tempo il messaggio manda un monito: dovete continuare a restare tutti a casa. Perché solo così si potrà tornare presto alla normalità.

L’appello dalla comica del duo Arteteca è quello di solidarietà tra le donne “vittime” di questa quarantena che si trovano ad affrontare vari problemi.

Primo tra tutti quello della ricrescita di capelli e peli superflui. Le donne non potendosi più recare nei centri estetici sono costretta a ricorrere all’uso della lametta.
In secondo luogo si trovano costrette a pulire e ripulire le proprie case. Si pensava sarebbe stata un’occasione di riposo per tutte le madri di famiglia. Ma invece non fanno altro che svolgere le faccende domestiche. Puliscono ogni angolo della casa e non fanno altro che cucinare.
Si ritrovano a dover gestire Figli e i mariti tutti insieme sotto lo stesso tetto. E le donne, ancora una volta, chiamate a star dietro alle esigenze di tutti i membri della famiglia.

Le donne in quarantena: il divertente appello lanciato dalla comica Monica Lima.

E per finire il dramma dei chili in eccesso. La comica Monica fa notare che alla fine di questa quarantena sarà già tempo di mare. Tempo di indossare costumi da bagno e scoprire le nostre forme.
E non saranno affatto le forme perfette della splendida Belen. Il problema più grave sarà quella di combattere contro la “pancetta” che stiamo mettendo su.

LEGGI ANCHE  Il segreto per far innamorare perdutamente un uomo

Insomma un quadro drammatico quanto esilarante. Ed infatti Monica è riuscita a rappresentare il nuovo stile di vita che contraddistingue la nostra nuova quotidianità.

Ma non si limita a questo. Al termine del suo appello lancia un messaggio, seppure anch’esso in chiave ironica, ma pur sempre vero.
Bisogna continuare a restare a casa. E’ importante per la nostra salute e di quella di tutti i nostri cari.

Non è il momento di farsi sopraffare dagli egoismi individuali. Non è il momento di uscire a fare una passeggiata, sebbene questo costi fatica visto l’arrivo della primavera.

E’ il momento di fare lo sforzo maggiore. Di resistere con ancora più forza.
Un giorno torneremo nei nostri amati centri estetici, ritorneremo a curare la bellezza dei nostri capelli. Torneremo a divertirci tutti insieme. Ma ora non è ancora il momento.

Lo dobbiamo per rispetto a tutte le vittime di questo terribile virus. Per le famiglie che non hanno avuto la possibilità di abbracciare i loro cari un’ultima volta.
Perché il dolore non ci deve toccare da vicino per essere compreso.
Quindi uomini, bambini e sopratutto donne…restiamo a casa e ridiamo insieme dei nostri “drammi femminili”.

125 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.