Coronavirus: tantissimi anni dopo le tartarughe nidificano indisturbate in spiaggia

Le tartarughe nidificano
Curiosità

Le tartarughe nidificano indisturbato in spiaggia. Tornano a farlo dopo moltissimi anni.

L’emergenza coronavirus ha costretto miliardi di persone in casa. La natura ringrazia.

Se la pandemia sotto moltissimi aspetti ha avuto conseguenze disastrose. Ma sicuramente non per quanto riguarda la natura. La specie umana in grande sofferenza, di contro quella animale che sembra tornare a splendere.

Un esempio è ciò che sta accadendo in India orientale. Lungo le coste dello Stato di Odisha le tartarughe marine sono tornate a nidificare indisturbate. Non accadeva da moltissimi anni. Le grosse testuggini stanno approfittando dell’assenza del pericolo più grande per loro: l’uomo. Infatti noi da sempre rappresentiamo una minaccia per la loro specie.

Come racconta Curioctopus diverse migliaia di tartarughe olivacee (Olive Ridley, o Lepidochelys olivacea hanno raggiunto la spiaggia di Rushikulya nei giorni scorsi.

Coronavirus: tantissimi anni dopo le tartarughe nidificano indisturbate in spiaggia.

Approfittando dell’assenza dell’uomo, centinaia di migliaia di testuggini di mare hanno costruito i loro nidi sulla sabbia e deposto le loro uova. Lo hanno potuto fare in modo sicuro, come non accadeva da tantissimo tempo. Le uova delle tartarughe si schiuderanno prossimamente.

In che modo l’uomo ostacolava tutto questo e rappresentava un pericolo?

LEGGI ANCHE  Fai fatica ad alzarti la mattina? Secondo la scienza sei più intelligente

In primo luogo, i turisti che normalmente curiosavano mentre le tartarughe deponevano le uova. Turismo quindi, ma anche pesca. A tutto questo si aggiungevano i bracconieri, pericolo numero uno. Infatti le piccole tartarughe marine vengono catturate e vendute nei mercati locali.

Tutto ciò questa volta non si è verificato, e le tartarughe hanno potuto svolgere le loro attività indisturbate. E così come accaduto a Rushikulya, lo stesso è avvenuto anche sulla spiaggia di Gahirmatha.

Ma non solo in India orientale la natura sta beneficiando di questa quarantena forzata per l’uomo. Infatti, come vi avevamo raccontato in questo articolo, anche in Italia stiamo ammirando il mondo animale riprendersi i suoi spazi. Dai cigni sui canali di Venezia, ai delfini sulle coste sarde. Per non parlare delle immagini satellitari che mostrano lo smog in notevole calo in tutto il Pianeta.

784 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.