Coronavirus, fase 2: cosa accadrà dal 4 Maggio. Bar, negozi, scuole, vacanze e molto altro

Cosa accadrà dal 4 Maggio
News

Cosa accadrà dal 4 Maggio?

La fatidica e tanto discussa fase 2 si sta avvicinando. Ma sappiamo davvero cosa succederà?

Cerchiamo di fare chiarezza. E’ importante sottolineare come niente ancora sia sicuro. Questa crisi ci ha insegnato a non fare affidamento alle notizie ufficiose che girano.

Tuttavia, queste sono i provvedimenti che molto probabilmente verranno attuati.

Non ci sarà una riapertura anticipata. Come assicurato da Giuseppe Conte. Quindi dovremo aspettare il 4 Maggio per ottenere qualche libertà.

Non è da escludere una riapertura differenziata per regione. Infatti non tutte le regioni stanno affrontando la stessa criticità a livello di emergenza. Quindi potrebbe essere studiato un piano personalizzato ad ogni situazione.

Molto probabile che verranno ancora impediti gli spostamenti da una regione ad un’altra.

Le aziende. Per quanto riguarda le aziende per poter riaprire dovranno rispettare alcune regole. La sanificazione degli ambienti su tutte. Turni diversificati, la presenza contingentata dei dipendenti e l’assistenza di un medico di riferimento. Potrebbero anche dover compilare un modulo di autocertificazione. Servirà per dichiarare di aver adempito a questi criteri di sicurezza.

Coronavirus, fase 2: cosa accadrà dal 4 Maggio. Bar, negozi, vacanze e molto altro.

Per quanto riguarda bar e ristoranti dovremo aspettare di più. Sono attività ad alto rischio. Quando riapriranno dovranno rispettare alcune prescrizioni. I dipendenti dovranno sempre indossare i dispositivi di sicurezza. I tavoli dovranno distanziare 2 metri per assicurare anche il passaggio dei camerieri. Distanza da rispettare anche al bancone. Probabile un’apertura anticipata solo per servizio take away con ingresso contingentato dei clienti.

LEGGI ANCHE  Coronavirus: ecco il piano di Conte per salvare il Natale

Per quanto riguarda i negozi le regole saranno simili. Ingressi contingentati, mascherina e guanti per tutti i dipendenti. Inoltre distanze di sicurezza e gel disinfettante fornito alle casse. I locali dovranno essere puliti due volte al giorno. Il numero di clienti all’interno dipenderà dalla metratura. In 40 metri quadri potranno stare 2 dipendenti ed un solo cliente.

Estate e vacanze. Le vacanze saranno garantite. Questo è il volere del governo. Non permetterlo sarebbe veramente dura. Sia a livello economico sia da un punto di vista mentale. Il turismo deve riprendersi e per questo si pensa ad incentivi per le famiglie che faranno vacanze in Italia. Sarà preferibile evitare lunghi spostamenti. E non riversarsi tutti al mare, ma anche montagna e dintorni. Le spiagge libere saranno vietate e negli stabilimenti sarà necessario prenotare.

La scuola non riaprirà prima di settembre. Tutti verranno ammessi all’anno successivo. Non saranno previste aperture nei mesi estivi. Eventuali insufficienze saranno recuperate a settembre. Per adesso si andrà avanti con la didattica online. Non è da escludere che anche per la maturità si preveda un’esame orale da svolgere per via telematica.

Fasce d’età e attività motoria. Sarà probabile attuare dei provvedimenti per tutelare gli anziani. Limitare questi ultimi con differenziazioni in base a fasce d’età. Parchi e giardini riaperti, attività motoria concessa. Ma tutto nel rispetto delle regole di sicurezza ed evitando assembramenti.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.