Pensioni 2021: a Gennaio in arrivo una brutta sorpresa

Pensioni 2021
News

Pensioni 2021: non arriveranno buone notizie. L’inizio del nuovo anno sembra non partire bene per i pensionati. Vediamo insieme cosa li aspetta.

Che il 2020 non fosse un buon anno ormai lo avevamo capito. Che le cattive notizie non fossero finite, magari non ce lo aspettavamo. Ed ecco che anche per quanto riguarda un tema molto caldo sembrano arrivarne di nuovo. Si, diciamo “sembrano”. Perché fortunatamente ancora manca l’ufficialità. Anche se tutto sembra andare verso questa direzione. Ma entriamo nel dettaglio.

Come detto quello delle pensioni è sempre un tema caldo. Continuano a susseguirsi nuove riforme che non sembrano mai accontentare nessuno. Basti pensare al raggiungimento della tanto sospirata pensione. Ogni riforma sembra sempre spostare e allontanare la fatidica quota. Anche se in un recente articolo, avevamo visto come in qualche caso è possibile farlo a soli 54 anni. Ma vediamo cosa ha in serbo il nuovo anno per tutti i pensionati.

Pensioni 2021: a Gennaio in arrivo una brutta sorpresa.

Secondo i dati anticipati dall’Istat, le pensioni da Gennaio 2021 non prevederanno nessun aumento. Come già detto, manca ancora l’ufficialità. Ma in serbo sembra non esserci nessuna maggiorazione della pensione percepita. Per averne la certezza non dovremo attendere molto. Infatti entro fine mese Roberto Gualtieri, Ministro dell’Economia e delle Finanze, annuncerà la decisione definitiva.

La notizia trapela dai dati Istat. Per chi non lo sapesse si tratta di un’Istituto nazionale di statistica. Un ente pubblico di ricerca italiano che si occupa di indagini economiche generali a livello nazionale. Secondo i dati emersi dalle loro indagini il tasso di rivalutazione in merito al trattamento pensionistico del 2021 sarà infatti attorno allo 0,0 %. In parole povere non ci sarà nessun aumento.

LEGGI ANCHE  ULTIM'ORA, Conte parla del Decreto Rilancio: maxi manovra da 55 miliardi

A rendere ancora maggiore la delusione, il fatto che fino a non molto tempo fa sembrava quasi certo l’aumento della cifra percepita. Una maggiorazione classica ad inizio anno dovuta all’inflazione dei prezzi. E invece per adesso sembra che dovremo rassegnarci a vederlo rimandare a data da destinarsi.

Sapevi che abbiamo aperto un canale Telegram, dove potrai leggere in anteprima tutte le nostre notizie? Resta connesso per non perdertele: CLICCA QUI per accedere.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.