Orologio dell’Apocalisse: c’è la nuova data della fine del Mondo

Orologio dell'Apocalisse
News

Orologio dell’Apocalisse: ne avrete sentito parlare. Probabilmente però non sapete in cosa consiste esattamente.

Il ‘Doomsday Clock’, in italiano Orologio dell’Apocalisse appunto, nasce nel 1947. E’ un’iniziativa della rivista Bulletin of the Atomic Scientists dell’Università di Chicago. L’idea degli scienziati era quella di creare un’ipotetico orologio particolare. Questo infatti misurerebbe il pericolo di una metaforica fine del mondo. Da qui il nome, Orologio dell’Apocalisse. In pratica ti dice quanto il Mondo sta rischiando. E quanto potrebbe essere vicina la sua fine.

E proprio dal Doomsday Clock non arrivano notizie positive. L’orologio segnerebbe una nuova data. L’ora in cui per il genere umano e per il pianeta terrà giungerebbe la fine. Si tratta di “meno di 100 secondi a mezzanotte”.

Non si parla quindi di un giorno. Non stiamo parlando delle profezie dei Maya o di Nostradamus, che prevedevano il momento esatto in cui la Terra sarebbe stata spacciata. Il Doomsday Clock da solo un’indicazione di quanto il pianeta sia vicino al collasso. Ed essere a meno di 100 secondi dalla mezzanotte non è certo un buon segnale.

Orologio dell’ Apocalisse: c’è la nuova data della fine del Mondo.

Questa nuova data indica che di questo passo, siamo molto vicini al termine. E non è difficile da capire il motivo. Infatti se un tempo il principale fattore che determinava la data era il pericolo di una Guerra atomica, ora i parametri sono altri. I termini di riferimento per stabilire la data sono principalmente: pandemie, cambiamenti climatici, disastri ambientali. E’ perciò intuitivo che tra riscaldamento globale e coronavirus, la situazione non si sta mettendo per niente bene.

LEGGI ANCHE  Coronavirus, fase 2: cosa accadrà dal 4 Maggio. Bar, negozi, scuole, vacanze e molto altro

Per capire quali rischi stiamo correndo leggi la pagina successiva Clicca QUI o qui sotto

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.