La parole di Di Maio: “Non ci sarà un secondo lockdown”

Non ci sarà un secondo lockdown
News

“Non ci sarà un secondo lockdown”. Parole rasserenanti, specie se a dirle è un ministro. Luigi Di Maio è intervenuto alla trasmissione di Raitre “Mezz’ora in più”. Durante il programma il ministro degli affari esteri ha ovviamente detto la sua sull’emergenza. La seconda ondata di covid-19 sta travolgendo il Paese. Tuttavia l’opinione di Di Maio, intervistato da Lucia Annunziata, può far tirare un sospiro di sollievo a molti.

Il ministro ha esternato la sua convinzione sul fatto che non ci sarà un nuovo lockdown. Ha inoltre argomentato questo pensiero affermando che “l’Italia non si può permettere un nuovo lockdown: i nostri sistemi produttivi e commerciali non se lo possono permettere.”

Chiaro quindi il punto di vista del politico. Fermare nuovamente tutto il Paese procurerebbe un danno insostenibile ad un’economia già maltrattata dalla pandemia. A rafforzare questo pensiero la convinzione di un sistema sanitario pronto ad affrontare questa nuova ondata.

LEGGI ANCHE  Il virologo Caruso: "Presto non serviranno più mascherine e distanziamento"

La parole di Di Maio: “Non ci sarà un secondo lockdown”.

“Escluderei totalmente la situazione fuori controllo, non parlerai assolutamente di questo. Sicuramente i numeri della Campania ci devono preoccupare ma c’è un sistema sanitario che ha iniziato ad attrezzarsi già nel primo periodo della pandemia e sono sicuro che la Campania ce la farà come ce la faranno le altre regioni italiane.”

Il ministro intervenuto a “Mezz’ora in più” su Raitre ha anche lanciato un appello.

“Molto sta alla responsabilità individuale. Voglio fare un appello ai giovani: attenzione soprattutto la sera nei locali perché tornate a casa dei vostri genitori, dai vostri nonni e mettete a rischio la loro vita. Scarichiamo tante sciocchezze su questi smartphone scarichiamo la app Immuni che serve a tutelare la nostra salute”.

LEGGI ANCHE  Vietato contattare il dipendente fuori dall' orario di lavoro

Parole quindi che danno un sollievo all’italiani. A questo si aggiunge un altro aspetto positivo. Come affermato dallo stesso Di Maio, entro la fine dell’anno saranno disponibile le prime dosi del vaccino. In questo modo dall’inizio del prossimo anno partiranno le vaccinazioni.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *