Dimenticatevi del coronavirus: ecco di cosa dovremmo preoccuparci davvero

Dovremmo preoccuparci
Curiosità

Il Mondo sta velocemente e pericolosamente cambiando e ci sono situazioni di cui dovremmo preoccuparci realmente.

Una premessa è obbligatoria. Vogliamo precisare che non predichiamo di ignorare quello che sicuramente rappresenta un problema reale. E soprattutto attuale.

Il Covid 19 si sta espandendo rapidamente. E’ giusto non sottovalutarlo per evitare l’epidemia. Un contagio di massa rischierebbe di far collassare l’economia.

Il turismo e molti altri settori stanno risentendo pesantemente di questa situazione. Senza contare che gli ospedali non riuscirebbero a tamponare questa invasione. Come già verificatosi in Cina.

Quindi è un emergenza reale ed è giusto non sottovalutarla.

A nostro modesto parere però risulta eccessiva la fobia di questi giorni. In alcuni casi si è tramutata anche in follia. Supermercati presi d’assalto con razia di ogni genere di bene alimentare. Orientali presi a pugni e città quasi deserte.

Tutto questo quando il Mondo presenta altrettante reali problematiche.

Di cui, forse, dovremmo preoccuparci davvero.

Questo 2020 è iniziato nei peggiori dei modi.

Con tutti spettatori inermi di un agghiacciante spettacolo. Un Paese come l’Australia è andato letteralmente a fuoco. Milioni di ettari bruciati dalle fiamme.

Ma non solo lo stato dell’Oceania.

LEGGI ANCHE  Quando sei in spiaggia e vedi un punto senza onde, non avvicinarti mai

Il Mondo è continuamente vittima di foreste che ardono. Questo va a minare pericolosamente la biodiversità di ambienti già drasticamente minacciati.

Altrettanto preoccupante è la situazione in Antartide. Le temperature hanno superato i 20°.

Il riscaldamenteo globale è un problema imminente e dalle conseguenze gravi e preoccupanti. La temperatura media si sta alzando in ogni luogo della Terra. Si prevede l’estate più calda degli ultimi 100 anni.

Ma le conseguenze sono molteplici ed enormi.

Non solo lo scioglimento delle calotte polari e dei ghiacci perenni.
La prima influenza è proprio sul ciclo dell’acqua con aumento del livello dei mari, della frequenza e dell’intensità dei fenomeni meteorologici estremi.

Deterioramento della qualità del suolo ed erosione delle coste, con rischio per diversi settori economici. Come ad esempio agricoltura e pesca con conseguente minore disponibilità di cibo.

Ma anche dirette gravi conseguenze per la salute umana. I rischi per l’uomo saranno molteplici. A partire dagli eventi climatici estremi fino ad arrivare alla maggiore diffusione di malattie infettive.

Insomma, se osserviamo con occhio più attento questo Mondo ci dovremmo rendere conto che stiamo vivendo situazioni più preoccupanti anche del coronavirus stesso.

50K Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.