Coronavirus: il Governo firma l’ordinanza per chiudere discoteche e altri provvedimenti

Chiudere discoteche
News

Il Governo ha deciso di chiudere discoteche e i vari locali dove si tengono serate. Vietato ballare è la parola d’ordine. Movida bloccata sotto tutti gli aspetti in tutta Italia. Non solo discoteche ma anche lidi, bar, sale da ballo. Insomma, tutti quei luoghi dove ragazzi e non solo attratti da musica e balli possano creare assembramenti.

A portare a questa decisione sono stati i numeri nuovamente preoccupanti. La curva epidemiologica è tornata a salire. Oltre 600 nuovi contagi durante la giornata di Ferragosto. Giorno in cui notoriamente tutti i giovani del Paese si ritrovano in spiagge e locali per ballare fino a notte fonda. Locali e discoteche sold out. File di ore per entrare, dove le regole anticontagio quasi mai vengono rispettate. Distanziamento sociale pressoché inesistente, uso delle mascherine sporadico.

Tra i nuovi contagi ci sono così anche molti ragazzi, alcuni anche in condizioni preoccupanti. E’ diventato inevitabile intervenire. Una decisione non facile, che costa caro da un punto di vista economico. Una possibile perdita di fatturato di miliardi di euro. Ma la salute è certo più importante, quindi il Governo ha deciso di far venire meno la deroga al Dpcm che aveva consentito di riaprire i luoghi di movida.

LEGGI ANCHE  La Pausini sulla scomparsa di Maradona: "Fa più notizia la morte di un uomo poco apprezzabile che la violenza sulle donne"

Coronavirus: il Governo firma l’ordinanza per chiudere discoteche e locali notturni.

I proprietari di discoteche e locali similari si ritroveranno ad aver “perso” una fetta abbondante della stagione estiva. Per questo non verranno abbandonati dallo Stato. Sul piatto verranno messi 100 milioni di euro per sostenere le attività in difficoltà.

La priorità è cercare di far ripartire la scuole nel mese di Settembre. Quindi quella di domenica 17 agosto con ogni probabilità sarà l’ultima serata danzante dell’ Estate 2020.

Non solo chiusura delle discoteche ma anche altri provvedimenti previsti. Tra queste una di quelle che più ha fatto parlare, l’obbligo della mascherina all’aperto dalle 18 alle 6.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.