Primi sintomi dell’Alzheimer, quali sono e come riconoscerli

Sintomi dell'Alzheimer
Salute e benessere

Il morbo di Alzheimer, con l’allungarsi dell’aspettativa di vita, sta diventando abbastanza comune. I sintomi dell’Alzheimer possono essere inizialmente piuttosto leggeri e altalenanti. Per questo possono essere confusi con quelli di altre patologie.

È fondamentale riconoscere i sintomi dell’Alzheimer quando si manifestano al principio. In modo tale da poter curare la patologia al suo inizio.

Come abbiamo detto i primi sintomi dell’Alzheimer possono essere blandi. Perdersi durante la guida o camminando può essere un sintomo importante. Questo può voler dire aver dimenticato le strade, anche se può capitare un po’ di confusione.

Avere una memoria irregolare nel ricordare avvenimenti o conversazione può voler dire manifestare le prime difficoltà di memoria.

Tra i sintomi dell’Alzheimer potrebbe esserci anche l’apatia e la mancanza di motivazione.

Soprattutto nelle persone più anziane si manifesta con una mancanza di interesse per le attività quotidiane. O per quelli che prima erano degli hobby.

LEGGI ANCHE  Mangiare polenta d'inverno: ecco tutti i benefici che non conosci

La cattiva gestione delle finanze può voler significare una cattiva memoria. Ad esempio può essere sinonimo di aver dimenticato delle bollette.

Avere difficoltà nel parlare e nello scrivere può essere uno dei primi sintomi dell’Alzheimer. Magari per una difficoltà nel trovare le parole. Le persone affette da questa patologia possono talvolta addirittura sospendere una conversazione . Il motivo può essere non riuscire a portarla avanti.

Inoltre secondo degli studi, le persone che manifestano una certa preoccupazione per la propria memoria, hanno più probabilità di avere già le placche dell’Alzheimer. Devono essere subito individuate e curate. Questo è tipico di chi  sottolinea spesso di perdere colpi.

Attenzione anche alla fatica a trovare oggetti, al classico “non mi vengono le parole” ed altro.

Purtroppo il morbo di Alzheimer è degenerativo. Per questo occorre una pronta diagnosi. Con cure tempestive è possibile rallentare il decorso della malattia. In modo tale da rendere più gestibili i sintomi che si presenteranno con il passare del tempo.

LEGGI ANCHE  Cosa fare se il partner russa di notte: arriva il pugno estendibile

Suggeriamo un attenta lettura di tutti questi sintomi e avvertimenti. In modo tale da poter intervenire in tempo.

Condividendo questo articolo potrete far del bene a persone vicine a voi.

Sapevi che abbiamo aperto un canale Telegram, dove potrai leggere in anteprima tutte le nostre notizie? Resta connesso per non perdertele: CLICCA QUI per accedere.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *